La Trasferta più Lunga della Serie C

Redazione

Scopri qual è la trasferta più lunga di tutta la Serie C e di ciascun girone.

La Trasferta più Lunga della Serie C | la-seriec.com

Qual è la trasferta più lunga della Serie C?

Difficile a dirsi, vista la forma particolare della penisola italiana.

A complicare ancor di più al situazione anche il controverso metodo usato dalla Lega e dal numero dei gironi (A, B e C) che compongono la nostra amata Serie C.

I 3 gironi, infatti, seguono il seguente criterio: il girone A raccoglie tutte le squadre del nord-ovest dell’Italia, le squadre toscane e quella sarde; il girone B, raccoglie le squadre del nord-est e delle Marche.

Infine il girone C, che raccoglie le restanti squadre laziali, del sud e della Sicilia.

Considerando i dati raccolti dalla piattaforma di Gmaps, vediamo adesso qual è il girone che se la passa meglio e qual è quello che se la passa peggio:

Le Trasferte del Girone A

Le trasferte del Girone A in alcuni casi non sono da sottovalutare, ma in linea di massima sono le meno lunghe in termini di distanza, ma soprattutto in fatto di ore.

L’ottima rete autostradale riesce a garantire una percorrenza di poche ore tra tutte le località.

Le squadre e le località più penalizzate dai rilievi montuosi sono le squadre toscane, ma niente di insormontabile.

La partita del Girone A che prevede un maggior numero di km e di ore di viaggio è quella tra la Pro Vercelli e la Pianese. Ben 445 km.

In realtà, la distanza tra Vercelli e Piancastagnaio sarebbe addirittura di 545 km, ma la Pianese quando gioca “in casa” lo fa allo stadio Zecchini di Grosseto.

Le trasferte più lunghe in termini di ore di viaggio, però, devono comprendere per forza la località di Olbia e la sua squadra.

Per raggiungerla rapidamente ci sarebbero anche i voli aerei, ma questi hanno un costo elevato che non tutti i tifosi (e nemmeno molte squadre) possono permettersi di sobbarcarsi.

L’unica soluzione sembra essere quella del traghetto, che alla fine dei conti non è così economico come si può pensare.

Per una volta all’anno non è un grande problema andare in trasferta in Sardegna. Discorso opposto per la squadra sarda. In questo tipo di discorso, meritano un encomio particolare.

Le Trasferte del Girone B

Il Girone B raccoglie una serie di squadre di località più distanti tra loro rispetto a quelle del Girone A.

Fortunatamente, però, non ci sono situazioni particolari come quelle che interessano le squadre delle isole.

Basta mettersi in macchina o in pullman o in treno e si arriva ovunque. Unico requisito: tanta pazienza e tanta passione.

Lo scettro di trasferta più lunga per squadra e tifosi se la contendono 3 squadre: stiamo parlando di Gubbio, Triestina e Sambenedettese.

La distanza tra Trieste e San Benedetto del Tronto è di ben 587 km, circa una cinquantina di km in più rispetto alla distanza tra la località umbra e il capoluogo triestino.

Se però si considera la tipologia di strada da affrontare, il discorso cambia: se da San Benedetto del Tronto basta imboccare subito l’autostrada e proseguire dritto, da Gubbio la situazione è diversa.

Dalla località umbra, infatti, l’autostrada si può imboccare solo a Fano, profondo nord delle Marche. Da Gubbio a Fano non esiste alcuna autostrada, e quindi si è costretti a prendere la SS73.

Quindi, calcolando tutti i vari fattori in gioco, diciamo che la partita più complicata in termini di ore di viaggio e km rimane quella tra Sambenedettese e Triestina.

Le Trasferte del Girone C

Le trasferte del Girone C possono considerarsi infernali, e i motivi sono diversi. Innanzitutto, le distanze: in alcuni casi sono davvero siderali.

In secundis, la qualità della rete stradale che collega (o divide, in base ai punti di vista) le varie località e squadre del girone sud. In molti casi, addirittura, il manto stradale sembra una groviera ed è come se l’asfalto non ci fosse.

Come se non bastasse, ci sono anche due squadre siciliane (Catania e Sicula Leonzio) raggiungibili solo tramite aereo o traghetto. Sicuramente una situazione più agevole rispetto a quella che interessa Olbia e la Sardegna, ma comunque non trascurabile.

Considerate quelle del Girone C, le più lontane trasferte dei Gironi A e B sarebbero due trasferte di media entità.

Si pensi alla distanza tra Terni e Teramo con le città siciliane di Catania e Lentini (Sicula Leonzio).

Per giocare la partita tra Ternana e Sicula Leonzio serve percorrere la distanza di 904 km. Praticamente un’impresa.

Quella tra Ternana e Sicula Leonzio è però la seconda trasferta più lunga di tutta la Serie C.

Battuta di 1 km soltanto, la trasferta più lontana della Serie C è quella che vede coinvolte le squadre della Sicula Leonzio e della Viterbese, distanti esattamente 905 km.

Le Lunghe, Lunghissime Trasferte della Vecchia Serie C

E adesso, dopo aver scoperto qual’è la trasferta più lunga della Serie C 2019-2020, facciamo un breve passo indietro di qualche anno, quando cioè la Serie C era divisa in C1 (2 gironi) e C2 (3 gironi)

Fino alla rivoluzione del numero dei gironi e l’eliminazione della vecchia (e mai dimenticata) Serie C2, in Serie C1 la situazione era molto semplice.

Tutte le squadre di C erano infatti divise per 2 gironi: il girone A (anche chiamato “Girone Nord“), che come dice il soprannome inglobava tutte le squadre da Roma in su.

Al contrario del primo, il secondo girone era chiamato “Girone B” (soprannominato anche “Girone Sud” o “Girone infernale”), nel quale prendevano parte tutte le squadre delle isole e del sud e centro-sud Italia.

Era più semplice costruire i gironi, ma le trasferte erano davvero lunghissime, in molti casi anche più di adesso.

Chi vi parla ricorda di una trasferta della sua squadra in quel di Acireale, in provincia di Catania. Oltre 1000 km di distanza che non si dimenticheranno facilmente per le emozioni vissute prima, durante e dopo la partita, ma anche per le condizioni della schiena dopo tante ore di pullman.

Situazione diversa per quanto riguarda la C2, dove la divisione a 3 gironi rendeva la situazione uguale a quella dell’attuale terza categoria nazionale.

Oggi sono in molti a sperare in un ritorno alla Serie C a due gironi. Purtroppo, visti i numerosissimi problemi per le squadre della Serie C ormai da diverse stagioni a questa parte, sembra una scelta inevitabile.

Questa scelta comporterebbe il dover ricalcolare la nuova trasferta più lunga della Serie C, ma se servisse ad avere un calcio e un campionato più sano, saremmo contentissimi di rifare un nuovo articolo.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *