Analisi della Terza Giornata di Serie C

Redazione

L’analisi della terza giornata del campionato di Serie C

Analisi della Terza Giornata di Serie C | la-seriec.com

Lo scorso fine settimana si è giocata il terzo turno di campionato e, puntuale come sempre, ecco l’analisi della terza giornata di Serie C.

In tutti i gironi abbiamo assistito a un grande spettacolo, fatto di risultati clamorosi e partite completamente ribaltate.

Ma andiamo con ordine:

Cosa è Successo nel Girone A

Che giornata per il girone A. Probabilmente il più spettacolare di tutti per risultati e colpi di scena.

Nella terza giornata del campionato di Serie C, nel girone A c’è la conferma del Monza, che vince la sua terza partita consecutiva.

Questa volta, però, fatica più del solito. Si, perchè il suo avversario, il Como, si è rivelato un avversario tosto, tanto da portare il risultato alla parità…..fino al gol al 92° di Mosti. 

La super favorita squadra brianzola non ha potuto allungare in classifica sulla Carrarese, che finalmente ha mostrato i muscoli ed è andata a vincere una partita difficile a Siena, con un risultato rotondo di 0-2. Ben ritrovati

Pro Vercelli e Novara vincono entrambe: la prima contro l’Albinoleffe per 1-0, la seconda contro il Lecco per 3-0 nell’anticipo del sabato.

Con questa vittoria, le due squadre piemontesi salgono a quota 6 in classifica dopo 3 partite. Sicuramente un ottimo inizio.

Nell’analisi della terza giornata di Serie C c’è poi da segnalare la caduta del Renate. Dopo 2 bellissime vittorie, la caduta nella difficile trasferta di Alessandria per 1-0.

Nessun problema. Da domenica prossima si riprende per centrare l’obiettivo salvezza.

Pro Patria Pergolettese e Pistoiese Gozzano finiscono entrambe per 1-1.
Pareggio meritato per tutte e 4 le squadre, che non si fanno male e muovono, seppur di poco, la classifica.

Partita stupenda tra Pontedera e Olbia: il risultato finale è stato di 3-2 per i toscani, in una partita rocambolesca in cui l’Olbia era andata in vantaggio per ben 2 volte. 

E per ben 2 volte i padroni di casa l’hanno recuperata, passando definitivamente in vantaggio intorno al 60′. Bravi a tutte e due le squadre e grazie per lo spettacolo offerto!

La palma di miglior partita del Girone A va, però, alla neo-promossa Pianese.

Dopo aver centrato la prima, storica vittoria in casa in Serie C, in questa terza giornata ha centrato anche la prima vittoria in trasferta.

Un successo molto importante per la classifica (ora a quota 6 punti), ma convincente sia dal punto di vista del gioco, che del risultato (roboante 0-4 in casa della Giana Erminio).

A loro, i più sinceri complimenti della nostra redazione.

Girone B, Ecco la Prima Fuga?

Quanti tonfi nel girone B! Ma siamo abituati. 

Questo è un girone, infatti, in cui ci siamo abituati a vederne di tutti i colori, anche l’ultima che batte la prima in casa.

L’analisi della terza giornata di Serie C non può non partire dal big match dell’anticipo del sabato: tra Carpi e L.R. Vicenza è finita 1-1, ma se le sono date di santa ragione. 

Il Carpi probabilmente meritava la vittoria, ma gli ospiti veneti sono stati bravi a crederci e a soffrire. I grandi traguardi arrivano anche dopo partite di questo tipo.

Arzignano Valchiampo Gubbio e Fano Ravenna sono terminate tutte e due sul risultato di 1-1. 

Così come le due partite analizzate nel Girone A e finite con lo stesso risultato, abbiamo avuto l’impressione che le squadra si siano accontentate del punticino e non abbiano voluto rischiare troppo.

Stesso risultato, ma tutt’altra storia tra Rimini e Sudtirol. Anche qui 1-1, ma partita intensa, dove i padroni di casa passano in vantaggio meritatamente, ma non riescono ad arginare la forte squadra ospite. Risultato tutto sommato giusto.

Squillo Feralpisalò in casa della Fermana. Dopo un avvio di campionato molto deludente, centra una vittoria esterna per 0-1 sul campo insidioso di Fermo. 

I leoni del Garda hanno conquistato 3 punti meno facili di quanto si possa pensare però. 

Ma non importa: ciò che conta è che questa vittoria possa aver ridato un po’ di fiducia alla squadra lombarda.

Prima vittoria anche per il Cesena, che passa in casa della Virtus Verona per 0-2. Per la squadra romagnola una liberazione dopo le prime 2 partite di campionato terminate entrambe con la sconfitta.

Per quella veronese, invece, l’ennesima partita dove le cose non vanno per il verso giusto. C’è tempo per rifarsi, ma bisogna iniziare a incamerare qualche punto e muovere la classifica, altrimenti si fa dura.

Alto spettacolo tra Reggiana e Imolese: 2-2 il risultato finale. Una partita che gli emiliani pensavano di riuscire a portare a casa dopo il gol di Scappini a 20′ dalla fine, ma l’Imolese è stata brava a crederci ed è pervenuta al pareggio al 77° minuto.

Per l’Imolese un punto d’oro, per la Reggiana è un pareggio che arresta la serie di vittorie consecutive. In classifica però ci sono già 7 punti…e non sono pochi.

Tonfo inaspettato della Sambenedettese in quel di Pesaro. Nel derby marchigiano, i pesaresi giocano una partita di livello e vanno in vantaggio, ma la Sambenedettese è brava a trovare il pareggio e terminare il primo tempo sull’1-1. 

Nel secondo tempo, probabilmente nel momento più difficile della Vis Pesaro, ecco l’inaspettato gol del 2-1. 3 punti fondamentali per i pesaresi, che non vincevano da parecchi anni il derby contro i rossoblu di San Benedetto del Tronto. 

Attenzione a Davide Voltan, attaccante della Vis Pesaro: è probabilmente l’uomo più in forma di tutto il girone B e ha già fatto vedere parecchio in queste prime 3 giornate. Può essere un pezzo pregiato della sessione invernale di mercato.

Il Padova vince a Modena per 0-1 e si porta a 9 punti dopo 3 partite: la corazzata padovana sta macinando punti su punti e prende pochi, pochissimi gol. Forse in troppi l’hanno sottovalutata ad inizio stagione. Compresi noi.

Che caduta quella della Triestina contro il forte Piacenza! Dopo essere andati in vantaggio, gli alabardati sono letteralmente affondati nel secondo tempo, e in particolare nell’ultima mezz’ora. 

Tra il 72° e il 78° minuto, infatti, il bomber marchigiano Daniele Paponi ribalta il risultato con una doppietta personale. A mettere il sigillo al match ci ha pensato Sylla a 5′ dalla fine. 

Gli alabardati di Trieste erano considerati i super favoriti di questo girone, ma fino ad ora hanno fatto vedere poco rispetto al grande potenziale che hanno.

Attenzione, perchè dopo solo 3 partite il Padova dista già 5 lunghezze di svantaggio.

Girone C, Ternana e Reggina da paura!

A differenza degli altri gironi, l’analisi della terza giornata di Serie C inizia dall’anticipo: Avellino Teramo, finita per 2-0

I lupi irpini hanno fatto vedere buone trame di gioco e hanno conquistato la seconda vittoria consecutiva. Al contrario, passo indietro per la squadra abruzzese.

Dopo la sconfitta a Catanzaro e di sabato scorso con l’Avellino, in classifica è ferma ancora a 0 punti

Certo, c’è da recuperare la partita con la Sicula Leonzio, ma bisogna migliorare al più presto per non rimanere a lottare per la salvezza nei bassifondi della classifica.

La Cavese ha condotto un ottima sessione estiva di mercato, ma proprio non riesce a decollare: con la Vibonese finisce solo 1-1, con il pareggio che arriva nel recupero del secondo tempo. 

L’ambiente è già di per sé caldo, e la panchina di Moriero inizia a traballare. I tifosi, addirittura, sembra che abbiano già manifestato esplicitamente l’intenzione del cambio di allenatore in favore di un vecchio idolo, Ezio Capuano.

Crisi o quasi per il Monopoli, che perde la seconda partita consecutiva. L’avversario di turno è il Catanzaro, e la sconfitta (per 0-1) è arrivata tra le mura amiche. Urge subito un rimedio per i pugliesi. 

Gran momento, invece, per i giallorossi calabresi che dopo 3 partite sono già a quota 7 in classifica.

Schiacciasassi Reggina in casa contro il malcapitato Bisceglie. Un risultato di 3-0 che dice tutto. La differenza in campo è stata netta, e per la squadra pugliese ci saranno altre occasioni e soprattutto altre squadra più abbordabili per fare punti. 

La squadra di Reggio Calabria, invece, sembra essere sui binari giusti. Semplicemente strepitosa in questi ultimi 2 turni di campionato: 8 gol fatti, 1 solo subito. Great job!

Un’altra squadra al top della forma è la Ternana, che centra la terza vittoria su 3 partite in questa stagione. 

Vittoria di sostanza in quel di Rende (alla terza sconfitta consecutiva su 3 partite giocate), dove le “fere” umbre passano per 1-2 con i gol di Partipilo e Salzano. I rossoverdi di Terni sembrano avere la cattiveria che nella annata horribilis dell’anno scorso era mancata.

Una delle partite più difficili dell’analisi della terza giornata di Serie C è sicuramente il match tra Rieti e Bari, finito per 1-2 a favore degli ospiti baresi.

Un match in cui il Rieti ha fatto un’ottima partita e meritava quantomeno il pareggio, ma purtroppo il rigore (molto, molto dubbio) assegnato ad Antenucci a 30 secondi dalla fine ha vanificato tutto.

Peccato per i laziali. Domenica scorsa, i pugliesi si sono probabilmente giocati il jolly di stagione.

La prossima settimana si giocherà il super big match tra Reggina e Bari allo stadio San Nicola di Bari. Prestazioni del genere non saranno più ammesse dall’ambiente.

Tra Sicula Leonzio e Paganese vince lo spettacolo, perchè in campo finisce 2-2. Partita semplicemente bellissima, che i padroni di casa riescono a pareggiare a 3 minuti dalla fine. 

Partita strana, dove prima passano i padroni di casa siciliani, poi salgono in cattedra i campani che prima pareggiano e poi passano in vantaggio. Pareggio che ci può stare, spettacolo pure!

Il Potenza fa un sol boccone del Catania e vince per 2-0 allo stadio “Alfredo Viviani” del capoluogo lucano. 

Le due reti potentine arrivano tutte nel primo tempo e risultano letali per gli ospiti. I rossazzurri catanesi arrestano la propria corsa e rimangono a 6 punti in classifica. 

Il Potenza, invece, sale a 6 punti, mostrando che anche quest’anno sarà durissima per chiunque vincere a Potenza e vincere in generale contro il Potenza calcio.

Quella della Pianese non è l’unica favola in Serie C: c’è anche quella dell’AZ Picerno. Come la sua collega neo-promossa, anche la squadra lucana ha vinto la sua prima partita in trasferta contro la Viterbese, che fino a domenica aveva fatto vedere buone cose.

Per raggiungere la salvezza è ancora lunga, ma in cascina sono già stati messi al riparo 6 punti. Non proprio pochissimi.

L’analisi della terza giornata di Serie C finisce qui. Appuntamento alla prossima settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Stadi Vietati alle Donne: è Morta Sahar, Si Era Data Fuoco per Protesta

Rassegna stampa del 11/09/2019: Sahar Khodayari, tifosa iraniana che aveva deciso di darsi fuoco come segno di protesta, non ce l'ha fatta
Stadi Vietati alle Donne: è Morta Sahar, Si Era Data Fuoco per Protesta | la-seriec.com