L’Analisi della 9° Giornata di Serie C

Redazione

L’analisi della 9° giornata di Serie C: tutte le partite di tutti e 3 i gironi sotto la lente d’ingrandimento per vedere cosa è successo.

Analisi della 9° Giornata di Serie C | la-seriec.com

Dopo una pausa forzata dovuta ad uno sbalzo di corrente che ha bruciato i nostri pc, siamo tornati regolarmente in servizio e lo facciamo dopo una 9° giornata di Serie C semplicemente straordinaria.

Le classifiche sono state stravolte e ciascun girone sembra (e forse lo è) imprevedibile.

Ma andiamo con ordine e vediamo cos’è successo in ogni girone:

Girone A – 9° Giornata di Serie C

Il Monza è sempre più padrona di questo campionato. In questa 9° giornata ha conquistato l’ottava vittoria in nove partite.

I brianzoli hanno però dovuto faticare contro l’Albinoleffe, e sono riusciti a sbloccarla solo intorno al 70′ con Lepore.

Perde terreno l’Alessandria, che rallenta tra le mura amiche contro il Como. Il risultato finale di 1-1 permette alla capolista Monza di “scappare” a +6, ma consente anche al Renate di issarsi al secondo posto, scavalcando proprio i scavalcare i grigi piemontesi.

Proprio il Renate si sta confermando la grande sorpresa di questo avvio di campionato in questo girone A. La vittoria per 3-0 contro il Gozzano è stata ancora una volta meritata e convincente.

Complimenti alle “pantere” nerazzurre, che stanno facendo davvero bene e sono ad una posizione di classifica invidiata da squadre molto più blasonate.

È il caso della Carrarese, che in questa 9° giornata di Serie C ha conquistato una bella vittoria per 3-0 contro la Pergolettese. La vetta dista 8 punti, distanza che al momento sembra abissale.

In Serie C, però, tutto può cambiare nel giro di pochissime settimane, e proprio per questo non bisogna mollare.

Continua la “maledizione” in casa per la Robur Siena. Nel derby contro l’Arezzo, i padroni di casa senesi sono riusciti a pareggiare proprio all’ultimo secondo.

È Marco Guidone che al minuto 96 permette ai bianconeri di guadagnare un punto. Peccato davvero peer l’Arezzo, che aveva accarezzato la vittoria.

Pianese che fa il colpaccio e torna a raccogliere 3 punti fondamentali in chiave salvezza. La vittoria arriva in trasferta, a casa del Lecco.

Succede tutto nel primo tempo. I padroni di casa erano riusciti anche a pareggiare al gol degli ospiti, ma al rigore di Udoh si sono sciolti, e poco dopo è arrivato anche l’1-3.

Pro Patria che vince ad Olbia. Il risultato di 0-1 permette alla squadra di Busto Arsizio di salire al sesto posto in classifica.

Molto male l’Olbia, che con questa nuova sconfitta scende ancora in classifica e ora si ritrova nel gruppetto play out.

L’altro colpaccio di giornata lo fa la Giana Erminio, che in casa vince a sorpresa contro i piemontesi di Novara.

Questa è la prima vittoria in questa stagione sportiva della squadra brianzola. Questo sorprendente risultato permette alla Giana di lasciare l’ultimo posto in classifica.

Male, malissimo il Novara. Prima di domenica scorsa, la Giana Erminio aveva raccolto solo 2 punti su 24 disponibili. Una sconfitta che nessuno si sarebbe aspettato.

Il Pontedera continua a mettere in cascina punti pesanti per la salvezza e, di questo passo, forse anche per la corsa ai playoff.

La vittoria per 2-1 nel derby toscano contro la Pistoiese è la storia di un altro bel successo di questo grandissimo avvio di campionato del Pontedera, che nel frattempo è salita al terzo posto a 18 punti, in condivisione con l’Alessandria.

Pro Vercelli Juventus U23 doveva essere il posticipo di giornata, ma è stata rinviata presumibilmente alla data del 30 ottobre.

Il motivo del rinvio è da ricercarsi nelle tante assenze tra le fila bianconere causate dagli impegni delle nazionali.

Così come successo nella seconda giornata contro l’Arezzo, anche stavolta si è convenuto per non giocare una partita che altrimenti sarebbe stata fortemente condizionata a sfavore proprio dei bianconeri.

Girone B – 9° Giornata di Serie C

Il Ravenna sembra averci preso gusto a sconfiggere le big del Girone B.

Dopo aver battuto in maniera clamorosa la Triestina in quel di Trieste, in questa 9° giornata i giallorossi romagnoli sono riusciti a fare l’impresa addirittura in quel di Padova.

1-2 il risultato finale, che permette al Ravenna di salire prepotentemente in zona playoff.

L’altra impresa di giornata è quella della Sambenedettese, che vince per 1-3 sul difficile campo del Cesena.

In una bolgia da oltre 10.000 spettatori, i rossoblu di Mister Montero esprimono un’ottima prestazione e inguaiano seriamente mister Modesto, che adesso rischia seriamente l’esonero.

Pareggio al brodino tra AJ Fano e Rimini. Il risultato finale di 0-0 delude entrambe le tifoserie, che hanno sperato fino alla fine un guizzo da parte della propria squadra.

Se ci si vuole salvare, certe partite bisogna perlomeno provare a vincerle.

Il Sudtirol cade nella difficile trasferta in casa della Feralpisalò. Il risultato di 1-0 non è pesante.

Ciò che pesa di più è che questa sconfitta fa perdere diverse posizioni in classifica alla squadra di Bolzano, superata da Reggiana, Sambenedettese, Piacenza e Carpi.

Proprio il Carpi ha dovuto faticare parecchio per vincere nella trasferta il Gubbio. Al gol del vantaggio degli ospiti di Saric alla mezz’ora, aveva subito risposto il forte fantasista Sbaffo per i padroni di casa.

A siglare il definitivo 1-2 ci ha dovuto pensare Biasci al minuto 81. Successo importante per gli emiliani dopo i risultati poco positivi delle ultime settimane.

Nuovo tonfo per la Triestina, che non riesce veramente a trovare pace in questo avvio di campionato. Se la settimana scorsa era caduta in casa contro il Ravenna per 1-3, stavolta la sconfitta arriva in casa dell’ottima Reggiana.

Proprio la squadra di Reggio Emilia, che adesso occupa la seconda posizione in classifica, insieme alla Sambenedettese è probabilmente la squadra più briosa e divertente di questo campionato.

Davvero un ottimo lavoro da parte del DS e della società tutta nella sessione estiva di mercato.

Vittoria pesante della Virtus Verona in casa contro la Vis Pesaro.

La terza squadra di Verona si sta riprendendo tutto quello che non aveva raccimolato nelle prime giornate di campionato, dove molta sfortuna e un pizzico di inesperienza le fece perdere molti punti.

Con l’ottima serie di risultati positivi delle ultime giornate ha lasciato la parte bassa della classifica e si trova in piena corsa play off.

Arzignano Valchiampo e Modena si dividono la posta. I padroni di casa erano passati in vantaggio con Piccioni sul finire del primo tempo.

Per gli ospiti ci ha pensato Felipe Sodinha, però, a rimettere in parità il match.

Ed è così che se al Modena può anche andar bene questo pareggio, all’Arzignano non si può dire lo stesso, perchè questo pareggio significa essere raggiunti dall’Imolese, vincente a Fermo, e occupare quindi la ben poco ambita ultima posizione in classifica.

Proprio l’Imolese, infatti, è andata a vincere sul difficile campo della Fermana. Il risultato di 0-1 è pesante, pesantissimo per tutte e due le squadre.

Per l’Imolese è una manna dal cielo, che gli permette di salire a 5 punti e raggiungere l’Arzignano.

Per la Fermana è l’ennesimo risultato deludente, e la 9° giornata di Serie C è stata fatale proprio al mister Flavio Destro, esonerato.

Colpaccio del Piacenza, che vince in casa contro la corazzata del LR Vicenza per 2-1.

Gli ospiti sembravano avere la partita in pugno fino al 73°, minuto nel quale si trovavano in vantaggio per 0-1 grazie al gol su rigore di bomber Marotta.

Ma capitan Pergreffi al 74° rimette in parità il match, e Della Latta al minuto 92 segna il definitivo sorpasso degli emiliani sulla compagine veneta, facendo esplodere di gioia i propri tifosi.

Il Piacenza sale così a 17 punti, che vale il quinto posto. Il LR Vicenza, con questa sconfitta, rimane a 18 punti e viene scavalcato dalla Reggio Audace e raggiunto dalla Sambenedettese.

E soprattutto non approfitta della sconfitta del Padova per rosicchiare 3 punti che sarebbero stati fondamentali non solo dal punto di vista della classifica.

Girone C – 9° Giornata di Serie C

Se in trasferta il Catania sembra trovare difficoltà, in casa è un rullo compressore. I 3 punti arrivano contro l’AZ Picerno, contro il quale vince per 1-0.

Il successo lo firma Mazzarani, che segna in apertura di secondo tempo con un gol di rapina nell’area piccola.

Successo fondamentale della Reggina sul Catanzaro. Di fronte ad oltre 15.000 spettatori (spettacolari, aggiungiamo), gli amaranto superano i rivali giallorossi solo all’87° con un gol del solito Corazza.

L’unica nota negativa le tante, troppe polemiche del dopo gara, sia da una che dall’altra parte. Bisogna saper perdere, ma bisogna saper anche vincere.

Il Potenza è la nuova capolista del girone C. Pochi ci avrebbero scommesso, eppure è la verità. Il successo per 1-0 sul Teramo è l’ennesimo risultato positivo di questa squadra che in troppi sottovalutano.

Da molto tempo diciamo di tenere d’occhio i lucani, perchè sono davvero forti…..e vanno forte. Primo posto meritatissimo per quanto fatto vedere finora.

Cavese corsara in quel di Rende. La vittoria non è stata semplice, tutt’altro. Il match è stato sbloccato, infatti, solo all’81° grazie all’esperienza dell’intramontabile bomber Germinale.

Male la squadra calabrese, che continua a rimanere sul fondo della classifica insieme al Rieti.

Così come il Rende, anche il Rieti ha perso per 0-1 in casa. La sconfitta dei laziali arriva contro il lanciatissimo Monopoli, che col solito Jefferson passa di misura e mantenendo la propria porta inviolata.

A proposito, i pugliesi sono a -1 dal Potenza capolista e con questo successo ha agganciato la Ternana al secondo posto. Occhio anche a loro, che possono davvero essere uno degli aghi della bilancia.

Risultato tennistico in quel di Francavilla Fontana, dove la Virtus F. sommerge di gol la Vibonese.

Il risultato di 6-2 conferma ancora una volta quanto sia tosta la squadra pugliese, specialmente in casa. Se fosse più costante anche in trasferta, avrebbe un ruolo da protagonista assoluta in questo campionato.

Nell’altro big match della 9° giornata di Serie C, il Bari fa un sol boccone della Ternana, che perde la vetta della classifica, superata dal Potenza.

Il risultato di 2-0 è stato frutto di una grande prestazione della squadra, culminate nei gol di Hamlili e Sabbione (sempre più il vero leader di questa corazzata).

Punteggio davvero pesantissimo per entrambe le squadre. Adesso possiamo dirlo: dopo 6-7 giornate così così, il campionato del Bari è davvero iniziato. E tutte le avversarie devono temere la super corazzata pugliese.

Nel derby campano, la Paganese sconfigge per 3-1 l’Avellino, in caduta libera. Il motivo di questa caduta incredibile di prestazioni è inspiegabile.

Per la squadra di casa arriva l’ennesima grande prestazione, e adesso si trova in piena zona playoff.

Viterbese che torna alla vittoria contro il Bisceglie. Il gol di D’Errico permette ai laziali di raccoglier i 3 punti dopo un periodo un po’ discontinuo. Male per i pugliesi, soprattutto per la classifica, che adesso si fa pericolosa. Per fortuna Rieti e Rende sono ferme al palo dei 2 punti.

Nella 9° giornata di Serie C c’è anche la Casertana che non riesce, però, ad andare oltre l’1-1 in casa contro la Sicula Leonzio. Una partita nata storta, con il gol a freddo degli ospiti al quinto minuto, al quale i rossoblu di Caserta hanno risposto mezz’ora più tardi.

2 punti persi per i campani, punto d’oro per i siciliani.

Per la 9° giornata di Serie C è tutto. Appuntamento a domenica prossima per la 10° giornata del campionato di Serie C, il campionato più bello d’Italia.

5 Condivisioni
Next Post

Hachim Mastour, Quasi Fatta per il Suo Trasferimento alla Reggina

Hachim Mastour sarebbe vicino alla Reggina. Pronta un'offerta triennale per il rilancio della carriera delll centrocampista ex Milan
Hachim Mastour, Quasi Fatta per il Suo Trasferimento alla Reggina | la-seriec.com