La 7° Giornata di Serie C ai Raggi X

Redazione

Tutte le partite della 7° giornata di Serie C passate ai raggi X: poker del Monza contro la Juventus, la Triestina e il Bari tornano a vincere

Analisi della 7° giornata di Serie C | la-seriec.com

Come ogni martedì, eccoci all’analisi della 7°giornata di Serie C.

Un turno di campionato che poteva essere molto insidioso per tante squadre e che invece è stato superato da tutte le big a pieni voti….o quasi.

Ma andiamo per ordine e vediamo com’è andata, partita per partita:

Girone A – 7° Giornata di Serie C

Robur Siena – Pistoiese 2-2

Niente da fare, la Robur Siena non riesce proprio a vincere in casa. E stavolta si è salvata nel recupero con Arrigoni, altrimenti sarebbe stata un’altra sconfitta.

Se da una parte si sono salvati per il rotto della cuffia, dall’altra parte è un peccato per questa Pistoiese, che sembra abbonata al pareggio e che non riesce a centrare la seconda vittoria in stagione.

Olbia – Como 1-1

Olbia e Como si dividono la posta: 1 punto per ciascuno. E pensare che gli ospiti erano anche passati in vantaggio con Iovine al 3° minuto. La reazione dell’Olbia si è poi concretizzata mezz’ora più tardi con l’inglese Pennington.

Un punto che alla fine va bene ad entrambe le squadre.

Pianese – Gozzano 1-1

Un pareggio nello scontro salvezza che ha visto protagoniste la Pianese e il Gozzano.

Dopo una serie di risultati negativi, la Pianese torna a muovere la classifica. Stesso discorso per il Gozzano, che dopo la sconfitta nel derby sale di un punticino in classifica.

Pro Vercelli – Pergolettese 0-0

La Pergolettese guadagna un punto importante in quel di Vercelli.

La Pro Vercelli, infatti, non riesce a sfondare il muro degli ospiti e il match non è andato oltre lo 0-0, che ha deluso non poco i tifosi di casa, che non festeggiano una vittoria da un bel po.

Non bene.

Arezzo – Pro Patria 3-1

Uno dei risultati più interessanti è proprio quello che vede l’Arezzo vincitore contro la Pro Patria con il risultato di 3-1.

Un risultato che probabilmente scaccia (finalmente) la crisi in cui la squadra toscana era incappata.

Per la squadra di Busto Arsizio, invece, un brutto stop dopo due belle vittorie in 4 giorni.

Giana Erminio – Pontedera 1-3

Il Pontedera fa il colpo in casa della Giana Erminio e conquista 3 punti importanti che fanno salire la squadra toscana al sesto posto in classifica con 12 punti.

Non male per una squadra che dovrebbe lottare per la salvezza.

Ancora male, invece, la Giana, che rischia seriamente di rimanere impantanata sul fondo della classifica.

Lecco – Alessandria 0-2

Quinta vittoria consecutiva per l’Alessandria, che in questa fase di campionato sembra davvero inarrestabile sia in casa che in trasferta. A farne le spese domenica scorsa è stato il Lecco, che ha perso per 0-2.

Il dato curioso è che i gol sono stati siglati entrambi da Chiarello al 45° del primo tempo e al 45° del secondo tempo.

Novara – Albinoleffe 1-0

Ancora una vittoria per il Novara, che tra le mura amiche batte l’Albinoleffe. Una vittoria meno facile di quanto si possa pensare, ma che vale comunque i 3 punti che le permettono di rosicchiare ancora qualche punto sul secondo posto.

Renate – Carrarese 0-0

Partita d’alta classifica allo stadio Città di Meda. Il risultato di 0-0 serve più al Renate che alla Carrarese, perchè la concomitante vittoria del Monza nel posticipo fa scappare in classifica la squadra brianzola.

Juventus U23 – Monza 1-4

Il Monza torna ad essere il rullo schiacciatore che era fino a domenica scorsa e in trasferta asfalta letteralmente la Juventus U23.

Una grande prova di forza dei brianzoli, che passano gol i gol di Brighenti, Marchi e la doppietta di Finotto. Da segnalare il sesto gol in questa stagione di Danny Mota, che guida l’attacco dei bianconeri.

Con questa vittoria, il Monza riprende la vetta della classifica del Girone A.

Girone B – 7° Giornata di Serie C

Piacenza – Carpi 2-1

Il Piacenza vince il derby emiliano contro il Carpi per 2-1. Davvero un ottimo momento di forma per i lupi emiliani, che stanno collezionando una bellissima serie di vittorie che la proiettano in una situazione di alta classifica.

Fano – Sudtirol 0-2

Il Sudtirol vince nella difficile trasferta di Fano.
Quello dell’AJ Fano è notoriamente un campo insidioso, che mette in difficoltà anche le squadre più forti.

Il Sudtirol però passa senza grandi problemi e si porta in una bella posizione playoff.

Siamo contenti di dire che anche quest’anno il Sudtirol è una di quelle squadre che possono decidere i campionati.

Fermana – Padova 1-2

Fermana Padova era la partita che avevamo previsto nel programma della 7° giornata di Serie C.

La Fermana ha infatti venduto cara la pelle e ha dato filo da torcere alla capolista, che da vera corazzata è riuscita poi a portare a casa i 3 punti.

Il Padova, grazie al pareggio della Reggio Audace, prende il largo e passa ad avere 4 lunghezze di vantaggio in classifica.

Gubbio – Feralpisalò 0-0

In casa del Gubbio, la Feralpisalò non riesce a sfondare il muro eretto dalla squadra umbra e questo porta ad uno scialbo pareggio per 0-0.

Davvero difficile, forse impossibile, definire fino ad ora il campionato dei “leoni del Garda”.

Il Gubbio, invece, muove la classifica e guadagna un punto che non è da buttare visto la superiore qualità (sulla carta) dell’avversario affrontato.

Ravenna – Sambenedettese 0-2

Una doppietta di Marco Frediani regala il successo alla Sambenedettese in quel di Ravenna. Davvero una brutta prestazione quella dei romagnoli.

Ma l’aspetto più importante di questa partita non si è giocato in campo, ma sugli spalti. O per meglio dire, nell’area di pre-filtraggio. Sono ormai diverse giornate che ai tifosi di casa ravennati non è permesso portare sugli spalti bandiere e colori della propria squadra.

Alle proteste dei tifosi romagnoli si sono unite quelle dei tifosi ospiti, che hanno deciso di non entrare allo stadio per solidarietà ai tifosi locali.

Non vogliamo entrare troppo nel merito della questione. Vogliamo solo dire che il calcio è dei tifosi e delle persone: bandiere e sciarpe non hanno mai fatto male a nessuno. Volete davvero rovinare anche quel poco di bello che ci è rimasto?

Vis Pesaro – Triestina 1-2

La Triestina è tornata: seconda vittoria consecutiva conquistata e 6 punti raccolti in 4 giorni. L’avversario era la Vis Pesaro, che quando gioca in casa è davvero difficile da battere.

Eppure Mensah e il solito Pablo Granoche riescono a scardinare la difesa avversaria.

Una vittoria importante, che conferma quanto di buono fatto vedere mercoledì scorso.

Arzignano Valchiampo – Reggio Audace 0-0

Niente da fare: la Reggio Audace non è riuscita a sfondare in trasferta contro l’Arzignano Valchiampo.

Difesa davvero rocciosa quella dei locali, che permettono al Padova di scappare a +4.

Cesena – Imolese 1-0

Derby romagnolo che vede i bianconeri di Cesena vittoriosi sui rossoblu dell’Imolese.

Una vittoria di misura siglata dal gol di Butic al quarto d’ora del primo tempo. Con questa vittoria, il Cesena sale in nona posizione a 10 punti in classifica.

Modena – Rimini 4-2

Roboante vittoria del Modena tra le mura amiche contro il Rimini. I canarini modenesi avevano segnato solo 5 reti in 6 giornate. Ed ecco che domenica arriva l’exploit: 4 reti tutte in una volta.

Per il Rimini purtroppo sembra notte fonda e sembra essere tornata la squadra poco competitiva dell’anno scorso. Male.

Virtus Verona – LR Vicenza 1-2

In una partita molto, molto difficile, il LR Vicenza riesce a spuntarla sui padroni di casa della Virtus Verona grazie ad un gol di bomber Marotta.

Tanta sostanza nelle ultime prestazioni della squadra vicentina, che con questo successo è riuscita ad agganciare la Reggio Audace a 15 punti.

Il Padova è distante 4 punti, ma tra non molto ci sarà lo scontro diretto.

Girone C – 7° Giornata di Serie C

AZ Picerno – Bari 0-1

Il Bari di mister Vivarini coglie il primo successo, e lo fa nella non facile trasferta di Potenza, contro l’AZ Picerno, che in questo periodo sta raccogliendo poco rispetto a quanto meritato.

Una prestazione sicuramente migliore rispetto a quanto visto nelle prime giornate, ma non ancora di alto livello, come ci si aspetterebbe.

Per il bel gioco ci sarà tempo: ciò che serve come il pane sono i punti e un po’ di autostima.

Casertana – Catanzaro 2-1

Davvero un’ottima prestazione quella della Casertana in casa contro l’ormai ex capolista Catanzaro. A detta di molti, una delle prestazioni migliori degli ultimi anni.

Ed è così che il Catanzaro lascia la vetta della classifica ed è così che la Casertana sale al sesto posto in classifica, a -4 dalla Ternana.

Cavese – Avellino 2-0

Nel derby campano della 7° giornata di Serie C, la Cavese batte con un netto 2-0 l’Avellino. Su tutti svetta un Russotto show, che sembra essere tornato il giocatore spettacolare che tutti abbiamo imparato a conoscere.

Prima segna il gol del vantaggio, poi serve il delizioso assist del 2-0 ad Addessi in pieno recupero.

Nelle ultime 3 partite, la Cavese ha raccolto ben 6 punti. Davvero un buon bottino se si considerano le prime 5 giornate. Bene così.

Reggina – Catania 1-0

Il big match della 7° giornata di Serie C se lo aggiudica la Reggina, che sconfigge con una vittoria di misura il forte Catania.

Subito in discesa il match per la squadra dello Stretto, che già al 2° minuto passa in vantaggio con il solito Corazza.

Un successo che permette agli amaranto di rimanere attaccati ad un solo punto alla Ternana capolista.

Sicula Leonzio – Bisceglie 2-1

Successo fondamentale per la Sicula Leonzio, che batte tra le mura amiche il Bisceglie e coglie il suo primo successo stagionale.

Non è stato semplice conquistare i 3 punti, perchè il Bisceglie è una squadra che gioca e non molla facilmente.

E così i tifosi di Lentini hanno dovuto vivere gli ultimi 15 minuti di partita con il cuore in gola.

Con questo successo, la Sicula Leonzio aggancia il gruppetto play out a quota 5 punti.

Virtus Francavilla – Ternana 1-2

Colpaccio della Ternana nella difficilissima trasferta di Francavilla Fontana.

Dove Reggina e Bari avevano rispettivamente pareggiato e perso, la Ternana vince per 1-2 e mantiene la vetta della classifica.

Una partita di un’intensità davvero elevata, dove all’eurogol degli ospiti di Partipilio, per la Virtus Francavilla aveva risposto Perez in apertura di secondo tempo.

Solo al minuto 82 Ferrante segnerà il gol del nuovo vantaggio degli umbri.

Sono queste le partite dove si vede il carattere e la forza di una squadra. E la Ternana ha superato questo difficile esame.

Monopoli – Teramo 2-0

Non si ferma più il Monopoli. La squadra pugliese, dopo aver fermato il Bari mercoledì scorso, ritorna subito a vincere. E lo fa contro il Teramo, con il risultato di 2-0 che non ammette repliche.

Mattatore del match è stato l’attaccante Jefferson, che ha segnato una doppietta tra il 2° e il 6° minuto del primo tempo.

Un uno-due tremendo per la squadra teramana che non è riuscita a reagire.

Rende – Potenza 0-1

Un successo più difficile di quello che si poteva pensare. Il Rende occupa l’ultima posizione in classifica con un solo punto, ma giocava in casa e in panchina sedeva un nuovo allenatore.

Sono queste le partite più difficile. Il Potenza, dal canto suo, ha giocato la solita partita fatta di attenzioni nella fase difensiva e di azioni letali in quella offensiva.

A risolvere la partita ci ha pensato l’ex di turno, il difensore Viteritti, che dopo soli 2° ha insaccato la palla in rete portando in vantaggio la squadra potentina.

Il Potenza occupa la terza posizione e si trova a soli 2 punti dalla vetta. Occhio che nel capoluogo lucano non scherzano.

Rieti – Paganese 1-2

La Paganese coglie una bella vittoria esterna in quel di Rieti. Paganese che grazie ai gol di Diop e Mattia si era portata sullo 0-2 a 20 minuti dalla fine,

Il gol dei locali di Guiebre, però, aveva riaperto i giochi. Il risultato finale non è più cambiato, però, e i 3 punti vanno alla Paganese.

Se vuole salvarsi, il Rieti deve iniziare a macinare punti. Sono queste le partite dove deve sforzarsi maggiormente.

Viterbese – Vibonese 2-2

Spettacolo nel match tra Viterbese e Vibonese. Ad andare in vantaggio erano stati i locali grazie a Volpe al minuto 22.

Gli ospiti si scatenano e prima acciuffano il gol del pareggio con Bubas al 52° e poi vanno addirittura in vantaggio con Bernardotti.

A pochi minuti dall’impresa, la Viterbese pareggia. All’86°, infatti, Molinaro rovina i sogni di gloria della Vibonese, che deve perciò accontentarsi di un solo punto.

L’analisi della 7° giornata di Serie C finisce qui.

Appuntamento al programma dell’8° giornata di Serie C.

9 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

L'Analisi della 9° Giornata di Serie C

L'analisi della 9° giornata di Serie C: tutte le partite di tutti e 3 i gironi sotto la lente d'ingrandimento per vedere cosa è successo.
Analisi della 9° Giornata di Serie C | la-seriec.com