La 10° Giornata di Serie C ai raggi X

Redazione

La 10° giornata del campionato di Serie C si è conclusa. Vediamo cosa è successo partita per partita, girone per girone.

La 10° giornata di Serie C | la-seriec.com

Quello vissuto nella 10° giornata di Serie C è stato un weekend pieno di passione.

In tutti e 3 i gironi ci sono state grandi sorprese che hanno coinvolto le big dei 3 campionati.

Come sempre, andiamo per ordine e vediamo girone per girone, partita per partita.

Girone A – 10° giornata di Serie C

Pianese – Monza 1-1

Pareggio previsto da pochi quello del Monza a Grosseto, contro la Pianese. L’ottima prova dei toscani aveva dato la possibilità alle inseguitrici della capolista di rosicchiare qualche punto in classifica.

In maniera incredibile, però, il Monza si è trovato addirittura ad allungare o a far rimanere a debita distanza tutte le principali rivali.

Novara – Carrarese 2-1

Vittoria per 2-1 del Novara contro la Carrarese, condannata a perdere ancora terreno dalla vetta della classifica.

La distanza che separa adesso la Carrarese dal Monza è pari a 9 punti, distanza non facile da colmare in ogni caso, ma se poi la tua avversaria è la corazzata brianzola di questa stagione e se il tuo rendimento è cosi discontinuo, diventa quasi un’impresa colmare il gap.

Pro Patria – Pro Vercelli 1-1

Pareggio della Pro Vercelli contro la Pro Patria. L’1-1 è il giusto risultato per una partita in cui le due squadre hanno espresso una prestazione “alla pari”.

Guardando la classifica, dispiace un po’ per il campionato “anonimo” della squadra blasonata del capoluogo piemontese.

Siamo solo al 10° giornata di Serie C, è vero, però riteniamo abbastanza difficile cambiare il trend deludente (fino ad ora) della squadra vercellese.

Arezzo – Alessandria 1-1

L’Alessandria perde la ghiotta occasione di rosicchiare punti fondamentali nella rincorsa alla capolista. In trasferta contro l’Arezzo finisce 1-1.

Certo, la squadra toscana non è tra le più semplici da battere, specie in trasferta, ma l’Alessandria da qualche giornata sembra aver perso un po’ di lucidità sotto porta

Juventus U23 – Renate 2-1

Se l’Alessandria pareggia, il Renate addirittura perde. A conquistare i 3 punti è la Juventus U23, che si sbarazza delle “pantere neroazzurre” con il risultato di 2-1.

Il Renate perde quindi un punto dal Monza e viene agganciato in seconda posizione proprio dall’Alessandria.

Como – Pontedera 2-0

Il Pontedera soffre di vertigini: dopo aver conquistato le zone di vertice della classifica, arriva la seconda sconfitta consecutiva. Nella difficile trasferta di Como, infatti, i padroni di casa conquistano i 3 punti.

Da annoverare la grande prestazione in fase di attacco della punta Luca Miracoli, sempre più nella posizione di leader per la squadra comasca.

Gozzano – Olbia 0-0

Lo scontro salvezza tra Gozzano e Olbia finisce 0-0. Si dividono così la posta queste due squadre, anche se sarebbe servita una vittoria ad entrambe le compagini per risalire un po’ la classifica.

Pergolettese – Robur Siena 0-1

La “zona Cesarini” deve essere rinominata “zona Robur Siena“. Si, perché la Robur vince contro la Pergolettese e lo fa di nuovo negli ultimi minuti.

Sono davvero tante le occasioni in questa stagione in cui i bianconeri di Siena hanno raggiunto il pareggio o la vittoria proprio negli ultimi minuti di gioco. Merito di un po’ di fortuna, ma anche del fatto che non si molla mai, se non dopo il fischio finale.

Pistoiese – Giana Erminio 1-1

La Pistoiese è ormai abbonata al pareggio. Contro la Giana Erminio finisce 1-1, anche se bisogna dire che gli ospiti erano anche riusciti a passare in vantaggio al 53°.

Ci ha pensato il gol di Gucci, circa 10′ più tardi, a rimettere la situazione in parità.

Albinoleffe – Lecco 2-0

L’Albinoleffe passa tra le mura amiche contro il Lecco. Il risultato di 2-0 non permette alla squadra bergamasca di salire a 12 punti, mentre la squadra lecchese rimane bloccata al penultimo posto in classifica con 6 punti.

Girone B – 10° giornata di Serie C

Sudtirol – Gubbio 3-0

Sudtirol scatenato contro il Gubbio. Il risultato di 3-0 lascia poco spazio a qualsiasi replica.

Lascia di stucco la solidità e l’apparente facilità con la quale la squadra di Bolzano annienta le proprie avversarie, sia in casa che in trasferta.

Sambenedettese – Virtus Verona 1-2

Colpaccio della Virtus Verona in quel di San Benedetto del Tronto. Contro la Sambenedettese finisce 2-1 proprio per gli ospiti, che guadagnano cosi 3 punti d’oro. A fine match, però, sono esplose le polemiche

Triestina – Padova 2-0

Nello “scontro fra corazzate” del Girone B, importante vittoria della Triestina in casa contro la capolista Padova, che incassa la seconda sconfitta consecutiva.

Dopo le prime 8 giornate quasi perfette (7 vittorie e 1 pareggio), queste due sconfitte potrebbero minare le certezze dei biancoscudati veneti. Campionato apertissimo dopo questa 10° giornata di Serie C.

Carpi – AJ Fano 2-0

Zitto zitto, il Carpi si rifà sotto in classifica. Merito della nuova vittoria, in questo caso contro l’AJ Fano, per 2 reti a 0.

Dopo aver attraversato qualche settimana poco felice, gli emiliani sembrano essersi ripresi del tutto.

Ravenna – Arzignano Valchiampo 1-2

Colpaccio anche dell’Arzignano Valchiampo, che batte col risultato di 1-2 in trasferta il temibile Ravenna e sale a 8 punti in classifica che valgono il terzultimo posto.

Non cambia molto la situazione la classifica, ma a livello di morale farà e darà tanto questa vittoria.

LR Vicenza – Reggiana 1-0

Scontro di altissima classifica che va al LR Vicenza, che batte in casa di misura la forte e lanciatissima Reggiana.

Il pesantissimo gol, realizzato da Bruscagnin al 40°, permette non solo di sorpassare in classifica la stessa Reggiana, ma soprattutto di guadagnare 3 importantissimi punti alla capolista Padova e mettersi a -1 in classifica dai rivali padovani.

Imolese – Feralpisalò 0-1

Nella 10° giornata di Serie C, la Feralpisalò fatica e non poco a superare l’Imolese. Il gol viene messo a segno solo all’81° da Ceccarelli su calcio di rigore. I leoni del Garda possono dare molto di più, ma non trovano ancora brillantezza e affiatamento.

Male l’Imolese, che vede la propria posizione di classifica peggiorare nelle zone basse, bassissime della classifica.

Modena – Fermana 1-1

Il derby delle squadre canarine termina con il risultato più giusto: quello del pareggio. Finisce infatti per 1-1 il posticipo del monday night.

Guardando la classifica, i gol di Pezzella per il Modena e di Persia per la Fermana servono a muovere (poco) la classifica, specialmente quella dei canarini marchigiani, bloccati nella parte bassa della classifica.

Vis Pesaro – Piacenza 1-0

Vittoria della Vis Pesaro sul Piacenza che in pochi si aspettavano. La Vis è un osso duro, specie in casa, ma il Piacenza ci aveva “abituato bene” nelle ultime settimane. Fortunatamente anche il Padova ha perso, quindi la vetta è rimasta di 5 punti, ma che occasione persa.

Il gol dei padroni di casa è stato messo a segno su calcio di rigore da Voltan, fantasista dei biancorossi che noi di Pazzi di Serie C apprezziamo particolarmente.

Girone C – 10° giornata di Serie C

Viterbese – Rende 6-1

Risultato tennistico quello tra Viterbese e Rende. I laziali hanno sommerso di gol la squadra calabrese e conquistato 3 punti facili facili. Purtroppo la situazione sportiva (e anche quella di classifica) comincia ad essere drammatica.

Sicula Leonzio – Rieti 1-2

Il Rieti batte un colpo e guadagna 3 punti incredibili, bellissimi e fondamentali per la corsa alla salvezza. Il successo arriva nella difficile trasferta contro la Sicula Leonzio, altra compagine in corsa per rimanere nella categoria.

Fino a pochi minuti dalla fine i bianconeri di Lentigini si trovavano in una situazione di vantaggio, ma la doppietta di Marchegiani negli ultimi minuti di gioco ha ribaltato la situazione e ha permesso un ritorno bellissimo in terra laziale.

Tutto ciò nella settimana durante la quale è stato formalizzato il passaggio di proprietà. Che sia stata la settimana della svolta?

Avellino – Bari 2-2

Partita dalle mille emozioni quella tra Avellino e Bari. In vantaggio gli irpini, con il solito Charpentier i lupi chiudevano il primo tempo in vantaggio.

La ripresa si apre nel segno di Simeri, che con una doppietta in un quarto d’ora porta il Bari in vantaggio.

Il gol di Illanes nel finale spiazza la super corazzata barese e vale il 2-2 finale. Buona la prima per la banda di Eziolino Capuano, all’esordio sulla panchina dei lupi.

Catanzaro – Potenza 0-2

In questa 10° giornata di Serie C, vince ancora il Potenza, e lo fa contro una big del campionato. In casa del Catanzaro finisce 0-2 proprio a favore della squadra lucana, che per la seconda settimana consecutiva mantiene la vetta solitaria della classifica.

Questa sconfitta dei giallorossi non solo è pesante dal punto di vista della classifica, ma vale anche l’esonero di mister Autieri.

Monopoli – Reggina 1-2

Partita pazzesca a Monopoli, tra i padroni di casa che viaggiano nelle posizioni alte della classifica, e la Reggina, seconda in classifica e forse la principale candidata alla vittoria finale del girone C.

In vantaggio ci va proprio la squadra di Reggio Calabria, che segna con Bellomo su calcio di rigore. La reazione dei pugliesi è veemente, e dopo qualche giro di lancetta arriva il pareggio ad opera di Carriero.

Si va al riposo sull’1-1, ma dal fischio d’inizio del secondo tempo, la Reggina comincia a spingere per cercare il nuovo sorpasso. Così arriva l’azione che porta al secondo calcio di rigore per gli amaranto.

Sul dischetto ci va Corazza, che segna e porta definitivamente in vantaggio i suoi. Brividi fino al fischio finale, in una partita che non è mai stata in pugno per la Reggina.

Vittoria che permette ai reggini di conquistare tre punti pesantissimi che la fanno rimanere a 1 solo punto di distanza dal Potenza.

Bisceglie – Ternana 0-1

Minimo sforzo, massima resa. La Ternana vince per 0-1 nella trasferta di Bisceglie e conquista 3 punti non così scontati come qualcuno può immaginare. Il gol degli umbri è stato messo a segno al 25° del primo tempo da Celli.

Vibonese – Catania 5-0

Buio pesto. Questo è l’unica espressione per definire la prestazione del Catania in quel di Vibo Valentia contro una brillante Vibonese. Il risultato è uno tra i più pesanti incassati nella storia recente degli etnei: 5-0.

Evitiamo di sparare sulla croce rossa, ma per la cronaca Camplone, il mister dei rossazzurri, è stato esonerato. Al suo posto arriva, anzi ritorna, Cristiano Lucarelli, profilo molto apprezzato dall’ambiente catanese.

Teramo – Paganese 2-1

Il Teramo rialza la testa e va a vincere contro una Paganese apparsa un po’ spenta. Ilari e Magnaghi nel primo tempo portano il Diavolo biancorosso al doppio vantaggio. Per gli ospiti, Scarpa accorcia al 77°.

A nulla è valso il forcing finale, e il Teramo porta a casa i 3 punti. La squadra teramana sale in classifica e può così tirare un sospiro di sollievo.

Cavese – Casertana 0-0

Il derby campano tra Cavese e Casertana si è concluso sullo 0-0. Non moltissime le occasioni da gol, ma è un pareggio che può andare bene ad entrambe le squadre.

AZ Picerno – Virtus Francavilla 0-0

L’AZ Picerno ferma in casa il forte Virtus Francavilla. Il risultato di 0-0 non rende l’idea della bella prova espressa dai lucani, che vale un punto d’oro.

Per la 10° giornata del campionato di Serie C è tutto. Appuntamento al turno infrasettimanale di mercoledì 23 ottobre 2019.

8 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *